Utilities
Glossario dei termini pubblicitari on-line.


A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z


Vedi anche:
Glossario digitale e dei new Media


A
Annuncio (Advertisement-ad)
Immagine cliccabile, di dimensioni molto variabili, dal bottone fino al banner, inserita nella pagina di un sito Internet. In genere è collegato ipertestualmente  a un’altra pagina, contenente maggiori informazioni sul prodotto o servizio pubblicizzato, oppure al sito dell’azienda inserzionista.

Ad rotation
Rotazione pubblicitaria: gli annunci compaiono a rotazione negli spazi pubblicitari previsti sulle pagine web, prelevati da una lista e governati (per quanto riguarda la numerosità delle apparizioni e le zone del sito) da software specifici che risiedono sul sito stesso o su quello di una concessionaria.

Ad-server (advertising server)
Insieme di hardware e software dedicato all’invio delle inserzioni  pubblicitarie ai diversi siti web secondo parametri definiti. In pratica, ogni volta che un utente si collega a una pagina web, l’ad-server intercetta la richiesta e, in base ai parametri più vari (casualità, dominio di provenienza dell’utente, tipologia della pagina di provenienza, parola ricercata, ecc.), invia il banner più appropriato. Tutto diventa più chiaro quando si sa che in gergo l’ad-server viene chiamato anche ‘spara-banner’.

Ad space
E’ lo spazio riservato su una pagina web agli annunci pubblicitari (ovvero ai banner e ai loro omologhi).

 
B
Banner
E’ la più diffusa forma di inserzione pubblicitaria su Internet. Esistono molti formati, ma in generale si tratta di un rettangolo lungo e stretto inserito in alto o in basso nella pagina web. Il banner è un ‘manifesto elettronico’ destinato a contenere l’annuncio pubblicitario ‘linkato’ (collegato) al sito Internet o ad una pagina web in cui si trova l’intera comunicazione che l’inserzionista pubblicitario vuole offrire agli utenti Internet. Strategicamente ha lo scopo di generare curiosità affinché il visitatore clicchi per avere maggiori informazioni su un prodotto o un servizio interessante: equivale quindi – funzionalmente – a un coupon o a un numero verde per la richiesta di maggiori informazioni.
Dal punto di vista creativo i banner sono assimilabili all’affissione (lo spazio è poco ed è necessario catturare l’attenzione con poche parole), ed al coupon (è possibile avviare delle vere e proprie decisioni d’acquisto cliccando su un banner).
I banner possono essere statici o animati e cambiano (ruotano) ogni volta che si carica una nuova pagina web.

Branding
Da ‘brand’ (marchio, marca): è il processo mediante il quale si crea e si diffonde la notorietà del marchio, ovvero l’insieme delle strategie volte a creare una identità e un’immagine aziendale, attraverso l’uso della pubblicità ed il ripetuto utilizzo del logo.

 

C
Click
E’ l’azione effettuata dall’utente per trasferire una pagina web sul proprio computer, al fine di utilizzare il contenuto del sito. Nel momento del click, inizia la comunicazione interattiva.

Click stream
E’ il percorso in rete che un singolo utente compie all’interno di un sito; con questa informazione il titolare del sito può dedurre le preferenze del suo pubblico e adattarne i contenuti. Allo stesso modo gli inserzionisti potranno scegliere gli spazi più indicati.

Click sull’annuncio (ad-click)
Azione effettuata dall’utente di cliccare su un annuncio o un banner per collegarsi al sito o alla pagina dell’azienda inserzionista. Non sempre l’azione va a buon fine per cui non rappresenta un dato certificabile.

Click-through (click attraverso)
A differenza del click sull’annuncio, il click-through conteggia i click andati a buon fine. Il conteggio esclude le pagine selezionate ma non visualizzate per motivi vari (server dell’azienda molto affollato, fuori uso o non raggiungibile). Il click-through è una misura in base alla quale le aziende inserzioniste possono decidere le politiche di acquisto di banner e di annunci sul web. Di conseguenza risulta un metodo valido per corrispondere all’editore il costo dei contatti positivi, che si attesta normalmente dall’uno all’otto per cento degli utent che hanno visto il banner (impression).

Click-through rate (ctr)
Rappresenta il tasso percentuale di click sul totale delle visualizzazioni di un banner su uno o più siti e costituisce pertanto un parametro importante per la misurazione dell’efficacia di una campagna pubblicitaria.

Collegamento a pagamento (paid link)
E’ un testo pubblicitario inserito in una pagina web, con collegamento ipertestuale al sito della pagina dell’azienda committente.

Co-branding
Affiancamento di loghi o marchi di aziende diverse sulla stessa pagina web con lo scopo di mostrare all’utente una possibile joint-venture riferita a quel sito o ad un evento.

Cost-per-action (Cpa):
E’ il costo sostenuto dall’inserzionista per ottenere un’azione o un’operazione dall’utente, a seguito della visualizzazione di un banner e del click di risposta on line.

Cost-per-lead (Cpl)
Si tratta di una forma che va oltre il Cpa in quanto prevede la fornitura di informazioni al sito inserzionista da parte del visitatore.

Cost-per-sale (Cps)
E’ il costo per la vendita generata dalla pubblicità on line.

Cost-per-clic (Ccp)
Calcolo del rapporto fra costo della pubblicità on line e il numero dei click-through riscontrati. 

Cost-per.thousand (Cpm)
Costo per migliaia di impression, metodo derivato dalla pubblicità sui media tradizionali.

Cost-per-thousand-targeted (Cptm)
Costo per migliaia di impression ‘mirate’ ad un determinato target di persone.

 

D
E
Esposizione (exposure)
Informazione relativa all’invio di un annuncio pubblicitario, insieme alla pagina che lo contiene, dal server web all’utente. Indica e convalida il numero delle volte che un annuncio è stato visualizzato sul computer dell’utente (impression).

 

F
G
H
Hit
Il termine tecnico Hit non si deve confondere con ‘accessi’, inteso come numero di visitatori. Infatti è l’unità di base che rappresenta la singola informazione registrata dai log-file di un server web nel momento del trasferimento di una pagina al suo computer. Poiché però ogni oggetto, immagine o testo inserito nella pagina equivale ad un hit, non vi è una correlazione esatta fra pagine viste e numero di hit. Infatti una pagina web può contenere , a seconda della sua struttura, da un minimo di un ‘Hit’ a decine
di ‘Hit’

Hit qualificato
Il numero di hit qualificati registrati da un sito è un utile indicatore per determinare il volume d traffico di un sito, in quanto vengono esclusi errori e richieste di trasferimento non andate a buon fine. Non definisce tuttavia il numero delle persone che hanno visitato il sito e non è rilevante ai fini di una pianificazione pubblicitaria.

 

I
Impression
L’Impression è lo standard di misurazione per Internet dell’esposizione ad una pagina o ad un banner. Le ‘Impression’ rappresentano il numero di volte che una pagina web o un banner viene scaricata sul computer dell’utente Internet: avere ad esempio 1.000 Impression significa che la pagina o il banner è stato scaricato 1.000 volte (dato registrato dal server web).
Solitamente la vendita dei banner viene effettuata con un costo per ‘Impression’ e in tal caso il cliente paga per il numero delle volte che il suo banner viene visto dagli utenti.

Interstitial
Si tratta di documenti o pagine web di dimensioni maggiori rispetto al banner (e quindi con più contenuto pubblicitario) che vengono generate tramite Jawa o JawaScript su finestre separate del browser e che si visualizzano durante la visita dell’utente ad un sito. Sono veri e propri ‘spot’, la forma pubblicitaria più ‘televisiva’ introdotta in rete.

Inquiry
Si riferisce all’informazione relativa ad ogni click su un annuncio. Un costante monitoraggio consentirà di valutare le risposte degli utenti ad un tipo di annuncio rispetto ad un altro, all’efficacia del suo posizionamento nell’ambito della pagina, ecc.

 

J
K
L
Log-file
Registrazione di quanto accade in un server web. L’esame dei log-file permette di valutare l’andamento di un sito e della pubblicità in esso contenuta, attraverso la misurazione degli Hit, la lettura e interpretazione di tutte le informazioni necessarie alla quantificazione degli eventi. Quattro sono le categorie di informazioni richieste e precisamente:
  • transfer-log registra i file trasferiti dal server web all’utente.
  • L’error-log registra gli errori segnalati durante il trasferimento.
  • L’agent-log traccia l’user–agent che ha effettuato una richiesta al server (un tipo di browser o un motore di ricerca).
  • Il referr-log regsitra la provenienza dei visitatori.
M
N
O
P
Pagina
La pagina è un documento contenente testo, immagini, suoni o altri oggetti in linguaggio Html. Un sito web può essere composto da una sola pagina di varie dimensioni o da più pagine.
Le pagine possono essere statiche o generarsi in modo dinamico alla richiesta dell’utente: solitamente nel secondo caso si tratta di database che contengono le informazioni; quando viene richiesta una informazione su un prodotto o servizio, il sistema crea dinamicamente la pagina con le informazioni relative all’oggetto della richiesta. La pagina principale di ingresso nel sito è la ‘home-page’ decisamente la più importante in quanto gli accessi sono un indicatore del traffico sul sito.

Pagina bersaglio
E’ la destinazione di un link ipertestuale di un banner o di un annuncio pubblicitario e può essere una sola pagina oppure una porta al sito di un’ azienda inserzionista.

Pay-per-click
Pubblicità on line: l’inserzionista paga una tariffa unitaria per Click-through.

Pay-per-lead
Pubblicità on line: l’inserzionista paga una tariffa unitaria per ogni contatto diretto generato dalla visualizzazione del banner pianificato sul mezzo, dal relativo click e dalle informazioni fornite dal visitatore all’inserzionista.

Pay-per-sale
Pubblicità on line: l’inserzionista paga una tarifa unitaria per ogni vendita generata on line; generalmente diffuso nei programmi di affiliazione (es: Amazon.com).

Pay-per-view
Pubblicità on line: attualmente la modalità più diffusa. L’inserzionista paga una tariffa unitaria per ogni visualizzazione del banner.

 

Q
R
Richiesta (request)
La richiesta di connessione a un sito da parte di un utente che permette di trasferire completamente il contenuto della pagina. La richiesta non tiene conto di errori registrati dal server o dall’utente. L’informazione è inferiore al dato reale in quanto, in alcune situazioni, le richieste realmente avvenute non vengono registrate dal server poiché vengono intercettate da un server proxy, che ha la funzione di alleggerire il traffico in arrivo ad un sito, per eccessivo affollamento o per problemi logistici.

Rich media
Indica forme di pubblicità online o produzioni web che utilizzano elementi multimediali ed interattivi, opposti ai banner statici; possono risultare più efficac per il notevole contenuto di creatività.

 

S
Sessione
Serie di visite effettuate da un utente ai siti web; possono essere rilevate e tracciate per conoscere l’itinerario compiuto da un singolo utente in un determinato periodo di tempo.

Sponsorship
E’ una forma di abbinamento aziendale su un prodotto, un marchio o un particolare evento. La sponsorship online si attua mediante la ripetuta visualizzazione del marchio dell’inserzionista sulle pagine web dell’editore, con l’evidente scopo di ottenere una forte e qualificata visibilità. L’efficacia di una sponsorship è strettamente correlata ad una forte affinità fra editore ed inserzionista.

 

T
Tasso di click (click-rate)
Misura il rapporto fra gl utenti che hanno visionato un annuncio o banner (impression) e quelli che hanno cliccato sullo stesso.

Tasso di click-through (click-through rate)
Misura il rapporto fra gli utenti che hanno visitato un annuncio o banner (impression) e quelli che hanno cliccato sullo stesso e la cui richiesta è andata a buon fine.

Tempo di durata
E’ il tempo trascorso fra due azioni rilevate oppure la durata della visita ad un sito.

Tempo medio sulla pagina (average time on page)
Tempo medio trascorso da un utente su una pagina web: quando il tempo è molto lungo potrebbe trattarsi di un utente in una rete aziendale che si è assentato lasciando la pagina aperta sotto il salvaschermo.

Time out
E’ un lasso di tempo trascorso il quale, in assenza di azioni da parte di un utente, si considera terminata la visita al sito. Una nuova richiesta dello stesso utente verrà considerata una nuova visita. Di norma il time out corrisponde a venti minuti o mezz’ora di inattività sullo stesso sito da parte di un utente.

Trasferimento (Transfer)
E’ l’operazione mediante la quale il browser di un utente riceve il contenuto di un server web, per esempio una pagina. Diversamente il trasferimento con la tecnica dello streaming (applicazioni audio e video) può avvenire senza un down-load dal server al browser.

 

U
Utente o visitatore (user)
Un soggetto (persona) con una precisa identificazione che abbia effettuato almeno una visita ad un sito.

 

V
Visione dell’annuncio (ad view)
E’ l’esposizione di un annuncio al visitatore del sito mediante il trasferimento; esprime la possibilità che abbia visto il banner durante l’esposizione. Esprime il numero netto di impression.

Visione della pagina (page view)
Richiesta di una pagina web. Se la pagina contiene un annuncio, può indicare il numero lordo di volte che un annuncio è stato visto da un utente. Corrisponde all’impression.

Visita (visit)
Serie di richieste consecutive da parte di un utente allo stesso sito. La visita inizia con un primo hit e termina alla scadenza del time-out dall’ultimo hit registrato.

Visitatore (visitor)
Una persona che ha visitato un sito web.

Visitatore unico (unique visitor)
Visitatore che può essere considerato come individuo unico in un certo lasso di tempo, variabile da trenta a sessanta minuti.

 

W
X
Y
Z

ADV e Advertising Data Vision sono marchi registrati. I contenuti pubblicati sono il risultato della elaborazione di dati e di informazioni forniti da Editori, Concessionarie, Agenzie e operatori nel mondo della pubblicità e dei media nonchè da informazioni disponibili al pubblico. ADV, gli Editori, le Concessionarie e le Agenzie non sono responsabili di eventuali errori, imprecisioni ed omissioni. I marchi e i loghi presenti nel sito sono dei rispettivi proprietari.

ADV and Advertising Data Vision are registered trade marks. The content is derived from the elaboration of data and informations provided by Editors, Agencies, advertising professionals, media professionals and by information available to the public. The information is derived fron sources to be accurate but neither ADV nor Editors ans nor Agencies warrant that the information is accurate or complete and it should not be relied upon as such; nor do they accept any responsability for errors, inaccuracies, omissions or any inconsistencies therein. The trademarks in the site are of the respective owners.